Not much vnlike the wondrer haue ye another figure called the doubtfull, because oftentimes we will seeme to cast perils, and make doubt of things when by a plaine manner of speech wee might affirme or deny him.

Archives

Patrizia Cavalli

It has fifteen lines, but still seems like Petrarch to me.

Adesso che il tempo sembra tutto mio
e nessuno mi chiama per il pranzo e per la cena,
adesso che posso rimanere a guardare
come si scioglie una nuvola e come si scolora,
come cammina un gatto per il tetto
nel lusso immenso di una esplorazione, adesso
che ogni giorno mi aspetta
la sconfinata lunghezza di una notte
dove non c’è richiamo e non c’è piú ragione
di spogliarsi in fretta per riposare dentro
l’accecante dolcezza di un corpo che mi aspetta,
adesso che il mattino non ha mai principio
e silenzioso mi lascia ai miei progetti
a tutte le cadenze della voce, adesso
vorrei improvvisamente la prigione.

(tr. Judith Baumel)
Now that time seems all mine
and no one calls me for lunch or dinner,
now that I can stay to watch
how a cloud loosens and loses its color,
how a cat walks on the roof
in the immense luxury of a prowl, now
that what waits for me every day
is the unlimited length of a night
where there is no call and no longer a reason
to undress in a hurry to rest inside
the blinding sweetness of a body that waits for me,
now that the morning no longer has a beginning
and silently leaves me to my plans,
to all the cadences of my voice, now
suddenly I would like prison.